un isterico tuareg...

08 luglio 2008

Stanchezza antirazzista

Sono ai piedi delle colline. Intorno, solo alberi e un piccolo villaggio di tende che cresce di ora in ora. I Mondiali Antirazzisti di quest'anno si stanno animando, e io li vivrò da una casetta di legno ai margini del parco, facendo da ufficio stampa.
Insieme a me, persone nuove, conosciute da poco, gran lavoro e sorrisi.

Mi piace.
E' bello avere gente intorno mentre lavori, per me abituato a non dire una parola in tutto il giorno, se non al telefono.
E il bello arriverà domani, con l'inizio ufficiale: allora sì che sarà Babele, allora sì che sarà divertente.

Spero solo di essere abbastanza sveglio da raccontarlo.
Perchè mi sento...beh, logorato.
Ho addosso quella stanchezza che non ti fa nemmeno camminare dritto.
Sono sicuro che tutto il lavoro di queste settimane porterà a qualcosa: so che i concerti di Bassekou Kouyatè e di Madam saranno bellissimi. Ma per il momento, riesco solo a sentirmi logorato. Da contratti, Enpals, mail, giornate passate al computer.
Avrei solo voglia di dormire per una settimana, e di sperare che al mio risveglio i problemi - piccole noie che sembrano enormi, ma sempre piccole sono: i problemi sono altri - siano risolti.
Cancellati.
Dissolti.
E ora vado a sdraiarmi sotto a un albero, in attesa della cena.

2 Comments:

  • allora... sei stato finalmente rapito da una squadra di ghanesi? :)
    sarà divertente, vedrai... e tornerai più riposato...
    Any

    By Anonymous Anonimo, at 8:22 AM  

  • Noooooooo! Nessuna sqaudra di maschioni mi vuoleeeeeeeeeeeeeeeeee! :((((
    Vabbè, dai, tutti gli arrivi si completano oggi, magari per la legge dei grandi numeri... ;)
    (amore, tesoro, stellina: non intendevo nulla di quello che hai appena letto, hai senz'altro frainteso)

    By Blogger daniele, at 10:20 AM  

Posta un commento

<< Home