un isterico tuareg...

09 agosto 2007

Cassette nostalgia

Grazie a Kalporz, ho scoperto questo sito di nostalgia pura: Tapedeck.

E oggi, mentre mettevo sul blog la musica che ora state ascoltando, mi sono tornate in mente un po' di cose.
Le cassette che facevo prima di un viaggio, ad esempio. Ore e ore passate a fare liste, calcolare durate, ri-registrare, perchè non ci fossero sbavature o canzoni tagliate.
Ore passate a costruire dischi, seguendo sbalzi di umore e toni.
Non ho mai creduto di poterlo fare con un disco mio. Mi bastavano quelle cassette, la musica degli altri da montare e rimontare come volevo io.
La mia musica, le poche cose che ho scritto, sono rimaste sempre un affare privato. Mio e di quelli che mi ascoltavano suonare in strada (ma quant'è che non lo faccio più?).


E poi, dopo ore di montaggi e attenzioni, arrivava il momento di scrivere i titoli delle canzoni sulla custodia. E trovare un titolo per la compilation. E, chissà come, finivi sempre per sbavare l'inchiostro quando avevi quasi finito, e sembrava perfetto.


Sto per partire.

E quest'anno, niente cassette. Ho smesso il walkman, le cassette resistono solo sulla mia macchina, ormai sempre le stesse da anni...

Ha vinto il cd.

Ma io sono un nostalgico, e la mia cassettina l'ho fatta per voi. Con il rumore melodico dei Laudrette, con la fragilità del nuovo singolo di PJ Harvey o la sensualità sfacciata degli Yeah Yeah Yeahs, le morbidezze sincopate di Apparat, la guerra di corde degli M? e il risveglio perfetto degli Edwood.

É per voi.

Io parto con il mio amore. Tre giorni a Madrid, e poi Lisbona. Il sogno di una vita che diventa reale, le fantasie di un 14enne ipnotizzato da Wenders e dai Madredeus che prendono corpo, si fanno odore, voce, pietra, acqua.

Saramago e il dottor Pereira hanno cullato l'attesa. Adesso è ora di partire.


Io sono la periferia di una città inesistente, la chiosa di un libro non scritto. Non sono nessuno, nessuno. Non so sentire, non so pensare, non so volere. Sono una figura di un romanzo ancora da scrivere, che passa aerea e sfaldata senza aver avuto una realtà, fra i sogni di chi non ha saputo completarmi.

F. Pessoa


Soundtrack la nuova splendida cassettina che gira sulla destra dello schermo...

7 Comments:

  • buon viaggio, fratellino mio! un abbraccio per ciascuno... a presto!

    Laura

    By Anonymous Anonimo, at 1:58 PM  

  • Che bella Lisbona! Ci sono stata solo per pochi giorni ma mi è rimasta nel cuore. Anche grazie alle parole di Pessoa e Saramago...

    Buon viaggio!

    -hysteria-

    By Anonymous Anonimo, at 2:06 PM  

  • il centro di madrid somiglia un po' a milano, poi ci trovi delle sorprese incantevoli, cortili nascosti pieni di rose, bambine che sciamano col vestito tradizionale, coppie di vecchietti in giro di notte mano nella mano, facce che ti sembra di avere giá visto, odore di italia di francia e di africa. buon viaggio...

    By Anonymous quella di cope, at 10:37 PM  

  • Senti Dani, probabilmente io e la tecnologia non abbiamo un così solido rapporto, ma non sono riuscita a trovare il tuo indirizzo email. Io e il Ciccio volevamo darvi qualche indicazione su Lisbona..abbiamo cercato indirizzi ma senza risultati solo un paio di consigli: Museo del Fado, Museo degli Azulejos,il giardino botanico ESTUFA FRIA a dir poco meraviglioso, un paradiso nel cuore di Lisbona. Poi un altro piccolo consiglio la guida per vaiggiare e vedere veramente cose significative é GUIDE DU ROUTARD. Altre cose? Hai messo la maglia della salute? Per tutto quello che mi sono dimenticata, buone vacanze... divertitevi di brutto.
    Un bacio, Paola e Sara in partenza....

    By Anonymous Anonimo, at 3:29 PM  

  • Sono quasi convinto di non essere sveglio.
    Non so se non sogno quando sono vivo,
    se non vivo quando sogno,
    o se il sogno e la vita formano in me un ibrido,
    un'intersezione dalla quale il mio essere cosciente
    prende fisionomia per interpenetrazione.

    (Fernando Pessoa da
    "Il libro dell'Inquietudine di Bernardo Soares")

    By Anonymous Surfer Rosa, at 11:47 PM  

  • Che meraviglia di post...anche tu avevi l'abitudine di riavvolgere le cassette sempre all'inizio del lato "A" e tirar su bene ruotando le rotelline con il tappo delle penne bic?

    sono sicuro che il viaggio sarà splendido

    marckuck

    By Anonymous marckuck, at 8:53 PM  

  • ma chi è sto Pessoa??
    mah comunque scusa ma con tutte le disco paura che ci sono a Ibiza e Lloret de Mar tu vai a Lisbona?? MA CE LA FAI?????
    Jessika
    tipa manza

    By Anonymous Anonimo, at 8:04 PM  

Posta un commento

<< Home