un isterico tuareg...

07 maggio 2007

The week never starts 'round here # 56

Uscire sotto il temporale, inzupparsi come un pulcino, solo perchè si sa che, da qualche parte, dev'essere uscito il nuovo album di Björk.
Passare un fine settimana intero assieme, sentire vicinanza anche non stando vicini.
Farsi attaccare dall'ansia di un telefono che squilla troppo spesso.
Bestemmiare contro un computer che, dal giorno alla notte, decide di cancellare tre anni di e-mail.

Una settimana come tante, insomma...

L'EVENTO.

Ce l'ho fatta!!! Ho venduto il mio primo concerto!
I Muriél, una band fiorentina prodotta dal mio buon Paolo Benvegnù, suoneranno all'Arterìa di Bologna mercoledì 16 maggio.
É il primo concerto che organizzo in tutta la mia vita, e ho bisogno di supporto morale...che ne dite, ci sarete?

IL LIBRO.

Sono sempre su Sedaris...di cui vale la pena citare almeno una frase: "...la quarta parete, una barriera invisibile percepita esclusivamente da psicotici, tossicodipendenti e altri personaggi del mondo dello spettacolo."
E il sottoscritto esplode sonoramente a ridere nel bel mezzo di un silenzioso treno, che impercettubilmente frena nel mezzo della campagna modenese a chiedersi cosa fosse quel boato...

CD (selezione).

- BJÖRK "Volta"
- BLONDE REHEAD "23"
- ANTONY AND THE JOHNSONS "s/t"
- GIOACHINO ROSSINI "L'italiana in Algeri" (sono stato per la prima volta all'opera...e con la regia di Dario Fo!)
- PERTURBAZIONE "Pianissimo fortissimo"
- SHANNON WRIGHT "Let in the light"
- DOG DAY "Night group"

CABARET.

Lo conoscevo solo per il personaggio della pazzoide insegnante di tuscolano ("Bologna, che in tuscolano si dice...Ancooooona!") e per la voce stridula, un ultrasuono lanciato dal palco alla platea.
E Alessandro Fullin mi ha fatto piegare in due dalle risate, sabato sera, in una "Serata di cabaret difficilissimo": meraviglioso nella parte di Dio ("Mi cadde la cipria in una pozzanghera, e così nacque l'omosessuale. Che palle...Al terzo giorno arriva e mi dice Dio, questo lo chiami un Paradiso? Non c'è nemmeno una boutique..."), e altrettanto nei micro-film (quel DAVVERO? urlato in falsetto parlando degli indiani risuonerà per ore...).

Insomma, bravobravobravo. E nello spettacolo c'era anche Emanuela Grimalda, l'attrice che era al fianco di Albanese in quel capolavoro di programma che era "Non c'è problema"!!!

Una piccola nota: una concentrazione di gay per centimetro quadrato che pensavamo che, all'ingresso del primo etero nel teatro, sarebbero scesi dall'altro dei coriandoli per festeggiarlo...

MP3.

Stavo cercando qualche informazione sui Fonoda, oggi: un gruppo tedesco che dovrò disperatamente cercare di piazzare da qualche parte a suonare a fine luglio...e capitando sul sito dell'etichetta che hanno fondato, la Keplar (piccola ma buona spacciatrice di rock contaminato di bleeps), mi è capitato davanti qualcosa che non ricordavo.

Avevo conosciuto i Mui, un duo di Pescara, all'epoca del mio stage a Pisa, due anni fa, e questo "Inside a moving machine" mi aveva impressionato. Lo ascoltavo spesso, mentre facevo i miei report, o smistavo cd seduto sul parquet dell'ufficio di Lungarno Pacinotti.

Lo ritrovo stamattina, sotto forma di mp3 di questo "Les enfants sourient". Ne vale la pena: scaricatelo qui.
CHIAVE DI RICERCA DELLA SETTIMANA
(ovvero: come ti arrivo a questo blog perdendo la faccia)
studenti studiano capezzolo
questa vorrei proprio vederla...
LA FRASE DELLA SETTIMANA.
"Eh sì...io ho un corpo per il peccato e un cervello per...per...no, aspetta, com'era?" (non sono assolutamente stato io)
The week starts...NOW!
Buona settimana...

Etichette:

5 Comments:

  • Dani, congratulazioni ed in bocca al lupo per il concerto.
    La frase (abortita) della settimana è una delle mie preferite di sempre... per non parlare del film!

    Andy

    By Anonymous Anonimo, at 11:33 PM  

  • Ehi!!!
    Ma dov'eri finito? Che bella sorpresa! :D

    Ora che sei tornato, aiutami: quale c**** era il film? Sono stato preso per il culo per giorni per questa frase, ma mi serve far sapere che non sono pazzo, ma che qualcuno ha già detto quella battuta...:)

    By Blogger daniele, at 6:29 PM  

  • Uff.. Una donna in carriera! La frase è detta dalla mitica Melanie Griffith...

    Leeeeeeeeeeeeeet the river ruuuuuuuuuuuuunnnnnnnnn.....

    Andy

    PS: ero tra l'Italia e la Tulipania. Adesso grazie al cielo sono in Tulipania.

    By Anonymous Anonimo, at 6:39 PM  

  • Ah, e la frase era: Ho un cervello per il lavoro ed un corpo per il peccato...

    Andy

    By Anonymous Anonimo, at 6:40 PM  

  • ahahah! Grazie per il post, davvero ricco di spunti oltre che spassosissimo! :-)

    By Anonymous hotel 3 stelle rivazzurra, at 4:22 PM  

Posta un commento

<< Home