un isterico tuareg...

22 aprile 2007

Renditi conto

Renditi conto della paura di parlare, della dipendenza, della fragilità.
Renditi conto del tuo recitare, dell'incapacità di rilassarti, della tua carriera di sceneggiatore fallito.
Renditi conto che la rabbia verso un bamboccio non cresciuto non ha senso.
Renditi conto che non hai direzione, non la cerchi e non la trovi. E che scorrere non è poi così bello.
E, se avanza tempo, renditi conto delle cose buone che fai, e renditi conto di come riesci a cancellarle in un secondo.
Renditi conto che così non va bene.
E renditi conto delle spiegazioni che queste frasi richiedono (le spiegazioni non esistono. Esistono solo le evidenze, e pensieri in tumulto, e voglia di parlarsi addosso, e di imprimere parole che escono a fiotti).
E renditi conto che, ancora una volta, è una domenica pomeriggio e che tu, invece di correre dagli amici che ti aspettano, stai elencando i tuoi tarli.
E renditi conto che questo non è sano.

e già che ci siamo, renditi conto che questo gusto per la ripetizione ossessiva ha sfrantecato le palle. E adesso esci.

Soundtrack MERCI MISS MONROE "Some minor crimes" Ghost / Audioglobe, 2007