un isterico tuareg...

29 gennaio 2007

The week never starts 'round here # 42

É come una molla, si rilassa e si comprime. Arrivata al punto massimo di tensione, salta, e pian piano torna al suo posto.
Un incubo, fino a mercoledì. Poi si reagisce.

L'EVENTO.

Sono successe un mondo di cose. Come lo scoprire che la meditazione non fa per me, o che sono in grado di fare sport senza schiantarmi (nuoto? nuoto? NUOTO!).
O le cose che ho visto, come la meravigliosa sala del Podestà di Palazzo Re Enzo invasa da intellettuali wannabes per Netmage.
O il fatto che, finalmente, abbia ricordato che non farmi calpestare sul lavoro non è un optional, ma una necessità.

Potrei dire tutto questo. Ma il vero evento è che stamattina mio padre è stato operato. E che è andato tutto bene.

IL LIBRO.

Inutile continuare a insistere. Per quanto mi sia ripromesso da mesi di leggere questo libro, non ce la faccio. Sono inchiodato a pagina 66 da giorni, non vado avanti.
Mi angoscia.
Troppe crisi depressive, troppi internati in manicomi, troppa crisi di passaggio all'età adulta.
Basta. Io ci mollo.

CD (selezione).

- GIARDINI DI MIRÒ "Dividing opinions"
- VIRGINIANA MILLER "Fuochi fatui d'artificio"
- JOAN AS POLICEWOMAN "Real life"
- RICCARDO SINIGALLIA "Incontri a metà strada"
- NOTWIST "Neon golden"
- YO LA TENGO "I can hear the heart beating as one"
- MÙM "Yesterday was dramatic, today is ok"

LA MOSTRA.


Fine settimana a Bologna, tra mostre di arte contemporanea e installazioni. Pretenziosità e parole mandate a vuoto, come al solito. Il nulla trasformato in materia di discussione. Filmati su greggi di renne e il suono del vento mandato in distorsione, spacciati per rivoluzioni formali.
Ma, in tutto questo, qualcosa di bello c'era. Di bellissimo, anzi.
In un cortile interno del Museo Civico Archeologico, nascosto tra sarcofagi e pergamene egizie, c'è "I dormienti" di Mimmo Paladino, esponenete della transavanguardia e bla bla bla.
Statue di terracotta sdraiate a terra, con i volti serenti, coperti da tegole, panni, oggetti scolpiti assieme a loro, come se fossero le loro cose.
Ognuno aveva un pezzo di corpo staccato dal resto: una mano, un piede, una testa...una parte di sè vicina, ma non collegata.
Mi verrebbero da scrivere cose come rappresentazione onirica o ritratto di sogno collettivo, ma mi auto-pernacchierei, quindi scriverò solo una cosa: da vedere. Fino al 25 febbraio.

Vedere tutti questi corpi distesi può inquietare molto. Il segreto, allora, è guardarli uno per uno. E vederli felici nel sonno.

IL FILM.


Mentre Prodi (!) e Mastella (!!!) si scannano sui PACS, io mi imbatto in una cretinata mondiale, con un titolo che era, più o meno, "Quattro sposi e un matrimonio": coppia etero in procinto di sposarsi, miglior amico gay di lui innamorato dello sposo, vari smutandamenti e pseudo-drammi prima del lieto fine.
Ossia: l'amico si sposa, e al ricevimento conosce un tale che gli dichiara amore, e quindi...altre nozze. E la morale: "Forse dovremmo sposare più persone. Dovremmo sposare tutti quelli a cui vogliamo bene."
Sì.
Va bene.

IL VIDEO.

Una ragazza dai capelli rossi. Una casa che si apre e si chiude su di lei. Chitarre violente che appaiono e scompaiono come ricordi. É il video di "Dispetto" dei Virginiana Miller, la canzone che contiene una grande verità: d'amore si muore, ma mai del tutto.

MP3.

Dopo che, dieci giorni fa, ho visto l'ennesima band con un cantante rubato a una fonderia, con l'abbigliamento giusto e gli strumenti giusti e i riferimenti giusti (ma totalmente incapaci di suonare, va da sè), decido che il mio disprezzo verso gli indie-kids è motivato.
A loro dedico l'ultimo verso di questa canzone dei The Tunas. Scaricate qui.

CHIAVE DI RICERCA DELLA SETTIMANA.
(ovvero: come ti arrivo a questo blog perdendo la faccia)

"Biancaneve e i sette stalloni immagini"

LA FRASE DELLA SETTIMANA.

"Ma non è che fate anche concerti di rock più...ecco, insipido?" (Pedro)

The week starts...NOW!
Buona settimana...

Etichette:

5 Comments:

  • caspita Dani, questa sì che è una bella notizia! :) un bacino al mio "papà di rimbalzo"...
    e anche quella di non farsi calpestare non è malaccio... ;D
    santo cielo... di che libro parli? si direbbe "ragazza interrotta"... ci sono libri che mi hanno fatto questo effetto: cardias stretto e mani gelate! e cacchio mi devo decidere a telefonare alla piscina... -___- non ho voglia... Anyuz

    By Anonymous Anonimo, at 5:32 PM  

  • Dani, felicissimo per tuo padre! In bocca al lupo per una veloce convalescenza...

    All the best!

    Andy

    PS: con il nuoto ti fai due gambe da paura, in piu' metti su il fiato... che torna sempre utile, nooooo? :P

    By Anonymous Anonimo, at 6:04 PM  

  • felice per il tuo papà!

    quanto alle chiavi di ricerca...alèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè....da quando hai scritto la parola TOPAZIO sul mio blog le fan di grecia fanno a gara per alzarmi il contatore ;-)

    verdespiritella-soppalco-ingoio

    By Anonymous Anonimo, at 11:56 AM  

  • se però ci aggiungi un altro 6 alla pagina, scommetti che diventa interessante?
    8-D

    By Anonymous Michela, at 4:49 PM  

  • Ma certo che é andata bene, e allora che abbiamo incrociato a fare le dita?? Baci all'intera famiglia (e anche ai clienti svampiti).

    By Anonymous quella di cope, at 4:49 PM  

Posta un commento

<< Home