un isterico tuareg...

08 gennaio 2007

The week never starts 'round here # 39

Beh, a quanto pare è successo: ho un lavoro nuovo.
Ed è stata una gran sorpresa trovare commenti e congratulazioni e sms per sapere com'era andata. Com'è che mi sto affezionando alle persone che conosco qui?
Comunque, presto si parte: un'agenzia di concerti, collegata all'agenzia di promozione dove avevo fatto uno stage un anno fa, quasi completamente in mano mia.
Sono pazzi a fidarsi? Sono pazzo e incosciente a buttarmi?
Sì, ma è questo il bello: non vedo l'ora di iniziare, è una gran bella sfida.

L'EVENTO.

A parte il lavoro, direi che una festa di tre giorni per inaugurare una casa sia stata un discreto evento. Tra genitori che tuonano "la donna va educata come un cane", addetti al catering futuri tronisti da Maria de Filippi, vicine di casa leopardate e appassionate di danza classica, direi che non ho avuto modo di annoiarmi...

E poi, una piccola proposta, sussurrata prima di addormentarmi.

IL LIBRO.

Va bene, Nick, io adoro come scrivi. Però, ora basta.
Scrivi di calcio? Ti ignoro.
Scrivi di musica? Ti amo.
Scrivi di libri? Sei noioso, e soprattutto mi dà l'idea che tu abbia finito le risorse per lavorare a un nuovo romanzo, quando invece sarebbe ora di smetterla di campare facendo classifiche...

CD (selezione).

- ARCADE FIRE "Funeral"
- LUPINE HOWL "The carnivurous lunar activities of..."
- JOHN MARTYN "Solid air"
- MY BRIGHTEST DIAMOND "Disappear EP"
- TARA JANE O'NEIL "In circles"
- LES MAN AVEC LES LUNETTES "s/t"
- YOU SHOULD PLAY IN A BAND "s/t"


IL FILM.

A volte non c'è bisogno di granchè...una serata sul divano, abbracciati, a vedere un vecchio film. Un meraviglioso vecchio film.

MP3.

Non ho mai capito come proprio la Sicilia fosse la culla italiana del noise. E c'è un gruppo, con solo un album alle spalle, che continua a venirmi in mente. Si chiamano Jasminshock: voce femminile, e inchino agli Shellac.
E chiamare una canzone "One minute man" è già sinonimo di buona cattiveria...Scaricate, invece, la loro "Bug". Da qui.

IL VIDEO.

Nei giorni a Pienza, c'era una canzone che riusciva a fr tornare il sorriso a tutti e quattro. Contagiosa, irresistibile, "Fidelity" di Regina Spektor è semplicemente una canzone straordinaria, appiccicosa, irripetibile.


E il video lo è altrettanto: tutto giocato sul bianco e nero, racconta d una ragazza che non si era mai innamorata fino in fondo. Il suo uomo è ritratto senza testa ma, come lei decide di fidarsi di lui, il suo volto appare, e iniziano a soffiare colori per tutta la stanza. Una meraviglia.

LA FRASE DELLA SETTIMANA.

"Questo è il lavoro che ho per te." (Sandro. Non male, no?)

The week starts...NOW!
Buona settimana...

Etichette:

2 Comments:

  • allora congratulazioni(era un pò che non passavo da qui) e in quanto a nick...io l'adoro ma gli ultimi libri mi hanno delusa assai...

    By Anonymous leuco, at 5:53 PM  

  • Se dico che a me nick NON piace affatto, mi lasciate scegliere con che arma devo essere giustiziato o non merito neppure questo?

    Andy

    By Anonymous Anonimo, at 2:50 AM  

Posta un commento

<< Home