un isterico tuareg...

23 gennaio 2007

Off

sono stato in dubbio per un po', se scrivere o meno questo post.
Alla fine ha prevalso il "chissenefrega". Che dovrei avere da nascondere?

Il 31 gennaio chiude Gay.tv, canale 810 di Sky.
Per come era diventato quel canale, forse la chiusura non è nemmeno così negativa: quasi solo orribili video musicali e fil replicati per la milionesima volta.
Ben lontana da com'era agli inizi.

Me li ricordo, i programmi dove si parlava di tutto ciò che potesse riguardare l'argomento: la letteratura gay in "Pelle", il soccorso (spesso psicologico) di "Self help", "Voci" con Fabio Canino (un talk show notturno bellissimo, molto radiofonico), i film, i programmi più leggeri...
Me li divoravo, letteralmente. Stando attento a non farmi beccare dai miei genitori, ché all'epoca ancora ero un bravo post-adolescente etero.
E adesso, quella tv chiude.
Si potrebbero fare migliaia di discorsi politici (la sinistra italiana non ci sosterrà mai), commerciali (nessun pubblicitario ha investito, perchè?)...ma, sinceramente, non mi va.
Non mi piacciono i discorsi "di categoria", mi mettono a disagio.

É che la chiusura di gay.tv, per me, è un fatto privato.
Perchè me lo ricordo ancora, il cambiare canale di soppiatto quando entrava qualcuno, perchè nessuno potesse pensa re che.
Lo ricordo bene, quanto quei film (per quanto piuttosto brutti, spesso) mi abbiano aiutato a sentirmi meno solo.
E non è un'esagerazione: quando credi di essere l'unica persona al mondo nella tua condizione, non è facile. Per niente.
Poi, pian piano, guardi e ascolti storie di persone normalissime che hanno già passato quello che stai passando tu, e allora ti convinci che andrà meglio, che la tua vita non fa e non farà così schifo come credi.

Non ero più l'unico.

Insomma, è stupido pensare che possa essere un film o un talk show ad aiutarti. Eppure, è successo. Mi ricordo ancora, a "Voci", la telefonata di un uomo. Diceva di avere quarant'anni, era medico generico in un paesino. Da dieci anni stava con il suo vicino di casa. Una storia fatta di porte aperte e chiuse, per dieci anni. Di ti amo, ma non posso fare quel passo in più.
La ricordo ancora, quella telefonata. E, per quanto fosse dolce nel raccontare questa storia, mi aveva fatto male, il loro nascondersi. E mi ero promesso che, prima o poi, io avrei smesso di farlo.

Promessa mantenuta.

Soundtrack EXPLOSIONS IN THE SKY "All of a sudden, I miss everyone" Temporary Residence / Goodfellas, 2007

6 Comments:

  • Dani, confesso di non aver mai guardato gay.tv. Detto questo, mi dispiace molto che si sia arrivati alla chiusura specie perche' penso, come spieghi tu, che potesse essere un modo per sentirsi meno soli, o per avere una forma di aiuto. Purtroppo, credo che il discorso di categoria, per quanto ghettizzante e triste, sia da fare: abbiamo reti nazionali che trasmettono merda socialmente accettabile, ma non una tivu' che forse trasmette altrettanta merda, ma che e' rivolta ad un pubblico ancora socialmente inaccettabile. Fanculo.

    ANDY

    By Anonymous Anonimo, at 2:05 PM  

  • Boh. É che, anche dal punto di vista economico, siamo in mano a gente miope: all'estero (per quanto mi faccia schifo anche solo l'idea)la comunità GLBT è un target preciso di marketing. Qui, invece, nessuo ci investe una lira per non passare come "quelli che sostengono i gay".
    Siamo a un livello di tristezza che non ha paragoni...

    By Blogger daniele, at 3:46 PM  

  • Quello che tu sollevi e' un punto interessante. Non capisco perche' il considerare la comunita' GLBT come target merceologico ti disturbi Mi spiego: ogni gruppo sociale (genitori, casalinghe, adolescenti, anziani, studenti, etc etc etc etc) e' target. Perche' non la GLBT? Occhio che io mi riferisco a qui in UK, dove se sei gay hai quasi gli stessi diritti degli altri, quindi il target non e' vissuto come ghettizzazione. D'altra parte, una coppia omo o un single omo puo' avere bisogno di prodotti o sevrizi diversi dagli altri, no nultimo l'esempio del talk show che fai tu nel tuo post.

    Andy

    By Anonymous Anonimo, at 4:55 PM  

  • Appunto. Ero anch'io un'affezionata di GayTv, target o non target.

    By Anonymous quella di cope, at 6:44 PM  

  • Bel post, e bella musica, come sempre...

    By Anonymous Anonimo, at 1:37 PM  

  • Daniele, non entro nel merito, concordo praticamente su tutto quanto detto da Andy (miracolo). Mi limito a dirti che hai scritto un post splendido.

    By Anonymous marckuck, at 12:47 PM  

Posta un commento

<< Home