un isterico tuareg...

14 dicembre 2006

Nuotando nell'aria

La ricordate?
La batteria che inizia, sola. Un rintocco breve sul vuoto. E poi la voce, poco più di un sussurro.

Pelle: è la tua proprio quella che mi manca
in certi momenti e in questo
momento è la tua pelle ciò che sento,
nuotando
nell'aria.

Ma a un certo punto, la canzone e la vita hanno preso strade diverse.
Lì la voce grida, l'assenza del corpo che diventa dolorosa.

Per me no, non è così.
Inebriato dal sonno, e dall'odore della tua pelle che oggi non si vuole separare dalla mia.
Un po' di te che mi ha riaccompagnato a casa, e che continua a danzarmi intorno, invisibile.

Oggi.
Non.
Riesco.
A.
Separarmi.
Dalla.
Tua.
Pelle.

Soundtrack MARLENE KUNTZ "Catartica" C.P.I., 1994

3 Comments:

  • azz....mi hai fatto venire in mente vagonate di ricordi....straordinaria questa canzone, mi piace tanto tanto tanto tantissimo....

    By Anonymous verdespirito, at 10:00 AM  

  • Che pezzo!
    Che disco!
    momento di commozione...

    By Blogger federico, at 11:09 AM  

  • già, grandissima canzone...

    By Anonymous helsabot, at 11:09 AM  

Posta un commento

<< Home