un isterico tuareg...

12 dicembre 2006

Esistenziale

A volte mi chiedo se sto facendo davvero quello che voglio fare, o se invece non mi stia semplicemente accontentando, perchè mi mancano fiato e coglioni per riprendere a fare quello che voglio.

Mi salta fuori ogni tanto, questo dubbio, all'improvviso. Proprio come quando ritrovi cinque euro che non pensavi di avere nella tasca del cappotto, o come a sorpresa, ascolti una parola che ti rimanda a un momento non esattamente bello.

Sarà la mattinata passata a documentare fedelmente l'ennesima inaugurazione di una rotonda, sarà l'improvvisazione teatrale di ieri sera, ma...

Boh. Mi sto accontentando? Perchè non viaggio più come piaceva a me? Perchè mi accontento di scrivere di cose che non mi interessano? Perchè mi sembra di essermi chiuso in una specie di cubo trasparente, e che il mio periodo di pausa dal mondo stia durando anche troppo?

non ti impantanare, mi è stato detto qualche giorno fa. Credo che quella persona abbia ragione.
Ha quasi sempre ragione, quando si tratta di me...

Insomma, perchè non alzo il culo e vedo di cambiare qualcosa?
...
...
Ma...è normale che una rotonda scateni ansie esistenziali?

Soundtrack THE EVENS "Get evens" Dischord / Wide, 2006

4 Comments:

  • a volte per scatenarie ansie esistenziali basta anche un maialetto cucinato in giardino...

    By Anonymous verdespirito, at 9:47 AM  

  • meglio farsele venire a 20 anni che a 60, hop hop e scattare!

    By Anonymous quella di cope, at 10:38 AM  

  • a volte basta ficcarsi una scheggia di pipetta graduata in un dito

    By Anonymous anidride, at 12:52 PM  

  • Dani, chiunque abbia parlato del pantano, ha perfettamente ragione. Ognuno di noi ha i suoi fattori scatenanti: la Ninfa ha i suini, la Big Sis le attrezzature di laboratorio, io vado in para ogni volta che prendo un aereo... alla fine la danese ha ragione: scattare!!!!

    By Anonymous Anonimo, at 4:19 PM  

Posta un commento

<< Home