un isterico tuareg...

20 ottobre 2006

Se i muri potessero parlare...

Avete presente le scritte che trovate sui muri? Alcune sono meravigliose...

Sono giorni che, in un modo o nell'altro, l'argomento torna fuori: dalle pagine sarcastiche di The Raven sul Mucchio, o dal blog di Matteo B. Bianchi, o su questo sito trovato per caso...

Sono scritte che lasciano un bel po' di domande da farsi, davvero.
Ad esempio, dov'è finito quello che imbrattava tutti i cartelli autostradali scrivendo "Dio c'è"?A dieci anni pensavo: "Ma devi proprio scriverlo lì?" A quasi ventisei anni, col cinismo che avanza, il pensiero è diventato: "Dio c'è. O ci fa?"

E cosa deve aver provato quel cretino che , su un muro lungo la salita di San Luca a Bologna, ha scritto a caratteri cubitali un'invocazione tremenda: PEDONAMI!
Cioè, questo cretino se ne sta con la sua bomboletta, di notte, a implorare perdono alla sua donna, si esprime a caratteri cubitali, finisce la scritta e si accorge di aver mancato una lettera. Come minimo prendi a testate il muro, no? É come quando facevo le cassette miste per gli amici, e sul più bello sbagliavi a scrivere un titolo...volavano bestemmie pesanti.

In un libro stupendo di Eduardo Galeano, "Il libro degli abbracci", ci sono una serie di capitoli dedicati alle migliori scritte.

* La droga provoca amnesie e altre cose che non ricordo. (Montevideo, Uruguay, facoltà di economia)
* Beati gli ubriachi, perchè vedranno Dio. Due volte. (Santiago del Cile, lungo il fiume Mapocho)
* Una fidanzata senza tette, più che una fidanzata è un amico. (Buenos Aires)

E l'ultima, spettacolare scritta, vista di persona sul muro di una casa crollata lungo il Malècon a La Habana:

DIO VEDE TUTTO. E MIA SUOCERA LO COMANDA.

Soundtrack CESARE BASILE "Primo concime EP" Mescal / Sony, 2004

6 Comments:

  • Visto in un ristorante in Messico

    SIETE PREGATI DI PAGARE IL CONTO, PRIMA DI ANDARVENE.

    By Anonymous daniuska, at 1:10 PM  

  • Scritta vista su un muro a fianco di un supermarket nel centro cittadino di Ferrara:
    "HAI FAME? RUBA", con relativa freccia che indicava l'entrata.

    By Blogger federico, at 3:13 PM  

  • Scritta sulla porta della scuola delle Maestre Pie, sita in Rimini. Primi anni 90. Le pie bigotte pinguinose avevano tappezzato il contorno del portale d'ingresso con una serie di cartelli "Gesu' ti ama". Qualcuno venne modificato cosi' "Gesu' ti ama. Con Control".

    Andy

    By Anonymous Anonimo, at 3:45 PM  

  • PEDONAMI sta a significare "rendimi un pedone", "fammi diventare un pedone", secondo me.

    By Anonymous Anonimo, at 9:21 AM  

  • Cioè, PEDONAMI è la richiesta di un giocatore di scacchi confuso? :)

    By Blogger daniele, at 11:30 AM  

  • Vediamola dal punto di vista più banale, quello sessuale.
    In questo caso chi scrive è il Re, o la Regina, o la Torre, o l'Alfiere, tutto sommato forse è il cavallo.
    PEDONAMI significa, "prendimi contro col tuo pedone,
    fammi male da avere i lividi" (parafrasando Bersani). PEDONAMI non è la richiesta disperata di un amante ignorante, ma la richiesta sado-maso di un pervertito degli scacchi.

    By Anonymous Anonimo, at 2:21 PM  

Posta un commento

<< Home