un isterico tuareg...

06 ottobre 2006

Pleasure from the bass

La prima volta che presi in mano un contrabbasso ero in bar a Santa Clara, a Cuba, ubriaco ed euforico a livelli mai visti.

Andai dietro al bancone del bar, e Orlando, il barista, mi fece vedere quello strumento.
Era bellissimo.
Provai a suonarlo, e fu un'emozione incredibile: servono mani forti, tenaglie, per muovere quelle corde, per convincerle a spostare l'aria.
Sentii un corpo vibrare contro il mio, il legno vivo scuotersi sulla mia pelle e sui miei vestiti. Come se stessi facendo l'amore.

Da allora mi è rimasta l'idea fissa: prima o poi imparerò a suonarlo. Imparerò a piegare quelle corde con il gesto delle mie mani, a solleticarle, a premerle.

E intanto, mentre aspetto che si realizzi il sogno, gioco con i bassi a modo mio: stasera U-Turn inaugura "La Tenda" a Modena.
A tre mesi dalla nostra (ri)nascita, un locale affida a noi tutti i suoi venerdì sera, a partire da oggi.

Ci vediamo lì?

Soundtrack LAMB "Lamb" Fontana, 1996

2 Comments:

  • Sai unamico del mio ragazzo, il suo "migliore" amico, sa suonare il basso e vagamente il contrabbasso. Mi ha sempre detto che non è uno strumento, è un corpo di donna, e suonarlo è fare l'amore.
    Mah!!'sti musicisti..
    Ale

    By Anonymous Anonimo, at 5:24 PM  

  • Siamo dei folli, che ci vuoi fare? :-)
    Ale, ti convinto a venire sul mio blog, ogni tanto? Che bello!!!
    Sai quando ieri mi hai detto "Mi sa che stasera non fai le 5?" Uhm...

    By Blogger daniele, at 5:30 PM  

Posta un commento

<< Home