un isterico tuareg...

18 ottobre 2006

Buskers

Quel tipo di vita è reale, è musica, è amore, e quando suoni per la gente che si ferma per strada è come cenare con la tua famiglia. Ho avuto esperienze così perfette, così emozionanti, così semplici...Questi musicisti creano un senso di comunità in un posto dove non ce n'è, in un posto in cui non conosci nessuno, all'aperto. Non è intrattenimento, ma vita, catarsi...

Madeleine Peyroux racconta così come sia bello suonare in strada. E non avrebbe potuto usare parole migliori. Ora lei dalla strada è lontana, la diva light jazz che tutti paragonano (bestemmiando?) a Billie Holiday.

Mi è tornata la voglia di rimettermi a suonare. Ma non a fare concerti: a suonare dove capita, nelle stazioni, in strada.
L'ho fatto, per un po' di tempo. Credo che l'ultima volta sia stata nel sottopassaggio della stazione di Prato, mentre aspettavo che il treno mi riportasse a casa dopo una settimana passata al lavoro, a Pisa. E da lì, niente.


Chissà dov'è Kristof, ora.

L'ho conosciuto due anni fa, a un buskers festival. Io stavo suonando, e vedo questo tizio biondo, capelli lunghi e pieno di orecchini, che mi passa davanti, la chitarra a tracolla. Poi si ferma, guarda in terra dove io avevo messo un cartello con scritto NIENTE SOLDI, GRAZIE. NO, SCHERZAVO, TORNATE QUI!!! e inizia a ridere. Ci conosciamo così, io gli presto l'impianto, lo faccio suonare un po' al mio psto e poi passiamo il resto della notte così.
Sera di settembre, su una panchina dietro al teatro di Correggio, una bottiglia di vino rosso a testa, a raccontarci le nostre vite.
É ungherese, ex-manager ed ex-allievo di un conservatorio dove gli spiriti troppo liberi non erano graditi. In quattro anni ha girato il mondo, suonando, imparando a farsi ascoltare, a non dare molto e a non aspettarsi molto in cambio.
Ed è per questo che incontrarci è stato bellissimo.

Ci rivediamo un anno dopo. Lui è accompagnato da una tizia fiorentina ("la mia ragazza? beh, lei crede di sì..." e ride). Dice che ha occupato una casa a Faenza e vive lì, quando non è in giro. E anche quella volta, rimaniamo a suonare per tutta la notte, finchè una finestra non si apre e sentiamo una voce: "SARETE ANCHE BRAVI, MA SONO ANCHE LE QUATTRO DEL MATTINO!"

Ci si incontra a Pisa, pochi mesi dopo. Lui mi fa sentire una melodia di chitarra, mi dice che da anni ce l'ha in testa e non riesce a metterci nessuna parola. Una melodia complicata, malinconica, discendente, con continui cambi e un'apertura finale improvvisa. Scrivo di getto delle parole su un foglio: si incastrano perfettamente alle note.
Tempo due settimane, e Kristof è da me a registrare. In casa dei miei genitori, con le mie nipoti che lo scrutano indagatrici, sorridenti e dubbiose.
Contina a dirmi: "Hai una voce bellissima, ma lasciati andare. Se sbagli, cancelliamo e rifacciamo. Ma non avere paura, fidati di quello che hai."

Scompare.

Tre settimane dopo, alle 3 di notte, mi dà appuntamento in stazione a Pisa: sta andando a Parigi, ha finito di mixare la canzone, e vuole farmela avere. É uscito uno strano miscuglio di prog, folk e metal. Non mi piace. Ma gli regalo la canzone, e quelle parole nate per caso sul Lungarno di Pisa, in una domenica pomeriggio di ottobre.

Non l'ho più sentito da allora. Chissà dov'è...

Soundtrack quel cd con quella canzone di 6'28" con un brutto titolo: "The last"

10 Comments:

  • Da noi a Ferrara ogni estate fanno il Buskers Festival, dura una settimana e ogni anno il livello peggiora.
    Il mondo di Buskers é parecchio affascinante però...

    By Blogger federico, at 5:43 PM  

  • Ma dai? Non sapevo fossi di Ferrara...
    quella foto che pubblicato nel post l'ho fatta proprio al Buskers' dell'anno scorso, in piazza Castello...
    Vivi in una città meravigliosa...è il posto dove scappo con i miei amici quando ho voglia di staccare da qui. E presto verremo alla mostra di Derain, credo...

    By Blogger daniele, at 5:49 PM  

  • Derain? André Derain? a Ferrara? dove? quando? mi hai risollevato la giornata...

    Buone Cose

    Many

    By Anonymous Many, at 6:10 PM  

  • Di preciso non so fino a quando è, ma so che noi andiamo all'inizio di Novembre. La mostra è a Palazzo Diamanti...
    Ma direi che Schiele a Rovereto ha la priorità...

    By Blogger daniele, at 7:13 PM  

  • ...mi piacerebbe ascoltare questa soundtrack :)

    By Anonymous any, at 7:38 PM  

  • Uhm...non so se ti conviene, sai?
    Come te la faccio ascoltare, poi? :-)
    (sì, so tentando di svicolare...)

    By Blogger daniele, at 7:52 PM  

  • eh sì che schiele merita... ma ancora non ci sono andata, troppe code... ti consiglio di aspettare un pochino... e altro consiglio da una che ci vive: non venite di domenica, non trovi un posto aperto per mangiare manco col lumicino :)
    marla che oggi si sente guida turistica inside :)

    By Anonymous Anonimo, at 9:29 AM  

  • La mostra di Derain é iniziata da poco e dura fino a febbraio... io vado prossimamente, è imperdibile! Meritava anche quella di Joshua Reynolds dell'anno passato...
    Ferrara è assolutamente meravigliosa, ma è la gente è anche parecchio provinciale e ha la mentalità chiusa. A livello di concerti offre poco, a livello di mostre e altro offre parecchio (tipo il Balloons Festival che è terminato da poco, una sorta di mostra/esibizione a basata su mongolfiere)

    By Blogger federico, at 9:32 AM  

  • Effettivamente è PALESEMENTE scattata a Ferrara... nei pressi della Facoltà di Giurisprudenza... all'inizio non avevo notato! ;)

    By Blogger federico, at 3:23 PM  

  • Non so, è strano...
    Sono giorni che sento il bisogno di muovermi, da qualche parte, un po' per necessità e un po' perchè...non so, è come se Londra mi avesse risvegliato..

    By Blogger daniele, at 5:41 PM  

Posta un commento

<< Home