un isterico tuareg...

25 settembre 2006

The week never starts 'round here # 24

É di nuovo lunedì, il primo d'autunno. E per festeggiare, oggi, piove.
Fortunatamente tutto procede come al solito: io sono davanti al computer a scrivere, ascolto un disco in attesa che la redazione mi chiami, mia madre è caduta dalla bicicletta strangolata da un cavo sfuggito di mano a un operaio mentre lavorava...le solite cose, insomma.
Cominciamo, va'.

L'EVENTO.

Se fossi sentimentale (e disgraziatamente lo sono) direi che il vero evento è che, nonostante la compagnia di teatro sia in punto di morte e l'ennesimo appuntamento andato di merda, non ho passato giornate a piangermi addosso. Sto migliorando?
Ma secondo me il vero evento della settimana sono queste...

IL LIBRO.


Chi non soccombe davanti a quattro ore di lettura integrale di un libro? Eppure, nonostante a fine serata fossimo tutti morti, è stato davvero molto bello.
Paolo Nori, quello dei romanzi sconclusionati con protagonista il suo alter ego Learco Pignagnoli, ha scritto Noi la farem vendetta prtendendo il titolo da "Figli dell'officina", il canto anarchico che, a detta sua, usa come ninna nanna per la figlia appena nata.
Non so come crescerà quella bimba, ma questo libro è un passo avanti enorme: mischia lo stupore per la nascita della figlia alle ricerche che lo hanno portato a scrivere il libro sui martiri di Reggio Emilia del 7 luglio 1960.

(lezioncina di storia: nell'estate 1960 Tambroni diventa capo del Governo, e viene eletto coi voti decisivi del MSI, il partito erede del fascismo. In tutta Italia iniziano scioperi e proteste. La Polizia viene massacrata dai manifestanti tra i carrugi di Genova, dove Giorgio Almirante - segretario dell'MSI - aveva scelto di fare un comizio sapendo di fare una grossa provocazione, dato che Genova è una delle città decorate al valore per la Resistenza. Una settimana dopo Genova, in una manifestazione a Reggio Emilia, la polizia spara sulla folla ad altezza uomo uccidendo cinque manifestanti. Non c'è mai stata alcuna commissione d'inchiesta in grado di chiarire chi diede l'ordine di sparare)

E questo libro tenta di far luce. Prima ti fa ridere, poi, man mano che va avanti, inizia a diventare sempre meno allegro, sempre più sconcertato da una violenza senza senso. Si scrive di una pagina di storia, e quando parla di Genova, il ricordo non può non andare al G8 di cinque anni fa, con i manifestanti inseguiti nei vicoli...

CD (selezione).

- BLONDE REDHEAD "Melody of certain damaged lemons"
- BLONDE REDHEAD "Misery is a butterfly"
- YO LA TENGO "I'm not afraid of you and I will beat your ass"
- JESUS AND MARY CHAIN "Psychocandy"
- CABOTO "Hidden or just gone"
- SUPERSYSTEM "A million microphones"
- CAT POWER "The covers record"

FILM.

Sì, magari.

MP3.

C'è una piccola band di Parma a cui sono molto affezionato. Loro si chiamano Reflue, e per me sono stupendi, con un'eleganza e un talento enorme: pop jazzato, blues, sottilmente psichedelico. Dopo un album autoprodotto nel 2002, è uscito due giorni fa "A collective dream" su Shyrec. Qui c'è il singolo, "Evil twin", anche se le loro melodie non sono così semplici come le radio vorrebbero. Stupide radio...


VIDEO.

Capito per caso su MTV, ieri pomeriggio, e mi blocco di colpo. Può una band avere un nome tanto brutto? Come fai a chiamarti Peter, Björn and John? Eppure, questo gruppeto svedese ha fatto una canzone deliziosa, "Young folks", con un video anche più bello. La storia è semplicissima: la band organizza una festa a casa loro per far ascoltare il nuovo disco agli amici. Ma tutto è fatto a cartone animato, con quelle animazioni che fanno tanto pop art. Guardatelo qui.

LA FRASE DELLA SETTIMANA.

Io: E se mi tenessi solo i baffi, che ne dite?
Fabbree: E se invece iniziassi a indossare un burqa?

The week starts...NOW!
Buona settimana...

3 Comments:

  • puntualizzo solo che l'alter ego di Nori si chiama(va) Learco Ferrari: Pignagnoli è a sé stante.

    By Blogger eiochemipensavo, at 9:39 PM  

  • O___O acidino Fabbree

    By Anonymous Anidride, at 12:23 AM  

  • Ops...direi di aver scritto una cazzata! :-)

    By Blogger daniele, at 11:12 AM  

Posta un commento

<< Home