un isterico tuareg...

19 settembre 2006

A volte è meglio non scendere dalla macchina

Se dovessi dire che ieri è stata una bella serata, beh, non sarei sincero.
E lo sapevo, lo sapevo che ci saremmo scannati, ma non immaginavo che potesse essere così sgradevole.

Prendo la macchina e vado verso Reggio, in tempo per sentirmi la prima puntata della settima stagione di Dispenser. Non è cambiato niente: stessa sigla, Matteo Bordone che conduce stralunato, tre servizi e due canzoni. Un pezzo sui barboni che hanno un blog, il singolo degli Scissor Sisters, una lettura da "Questo libro ti salverà la vita" di A.M. Homes...e poi è ora di scendere dalla macchina, sono arrivato. Ma avrei fatto meglio a non scendere.

Riunione della compagnia teatrale, dopo un estate in cui ci siamo visti poco e ci sono stati grossi scazzi. Le chiacchiere si sono ingigantite, e il risultato è che siamo dieci persone nel salotto di Gemma a guardarci in maniera aggressiva, come se non ci conoscessimo da anni e dovessimo prenderci a schiaffi da un momento all'altro.


E forse sarebbe stato meglio, se ci fossimo presi a schiaffi.
E invece no. Passiamo dalle 9 all'1 e mezzo del mattino a urlarci in faccia, tra scene da regina del melodramma (io non mi aspettavo che non sarei più stata gradita qui. che ingenua, oh che ingenua!), gente che dice cazzate gratuite, sfoghi incredibili (qui c'è gente che da due anni va in giro a dire che sono una troia e che non so fare la regista. Bene, allora ditemelo in faccia, e chiedetemi scusa) e gente che si guarda in giro incredula.

Mi chiedo solo come abbiano fatto dieci amici che si conoscono da anni, e che hanno sempre lavorato bene insieme, a ridursi così male. Dovevamo chiarirci, e invece ci siamo parlati addosso per ore senza risolvere niente, niente, perchè tutti i rancori sono rimasti esattamente dov'erano.

E la delusione più grossa è vedere che le persone, in fondo, non vogliono risolvere le situazioni. Per me, dopo ieri sera, era tutto chiarito ed ero pronto a ricominciare. E invece no, va tutto in merda per parole non dette, sguardi interpretati male...e avevamo un progetto fantastico da cominciare, porca puttana!
Ci siamo sepolti sotto un bla bla bla allucinante, e la compagnia sta per sciogliersi.

No, non è stata una bella serata.

Soundtrack SUPERSYSTEM "A million microphones" Touch and Go / Wide, 2006

6 Comments:

  • Non posso fare a meno di commentare. Avrei potuto scrivere lo stesso post, parola per parola, esattamente due anni fa.
    Una compagnia che è stata insieme per dieci anni, ridotta ad un gruppo di persone che, improvvisamente, mi apparivano sconosciute.
    Rancori insensati e taciuti, incomprensioni di cui si preferiva parlare a terzi piuttosto che al diretto interessato.

    Ho lasciato il gruppo. Dolorosamente, nel momento in cui guidavo il gruppo, avevo scritto il testo in corso di allestimento, ne curavo la regia, insieme ad un'amica esterna da me chiamata.

    Il teatro è divertimento, oltre che fatica. Se resta solo la seconda...
    Ho continuato con l'altra compagnia di cui facevo parte già da due anni, e nella quale sono tutt'ora.

    By Anonymous VQ, at 11:55 AM  

  • Daniele, mi dispiace proprio per la serata e soprattutto per la compagnia. Spero che si sistemi tutto, e che tu continuia fare teatro.

    Andy

    By Anonymous Anonimo, at 2:08 PM  

  • Niente a che fare con il teatro, ma anch'io iniziai nel 2002 un percorso con un gruppo, piena di entusiasmo e di prospettive. Ci ho creduto tanto, ed ho speso un mare di tempo ed energie. Per ritrovarmi con un pugno di rospi da ingoiare, tra reiterate ipocrisie e incomprensioni. Delusa e disillusa, con un senso di rabbia e disistima, stringo i denti per arrivare a novembre, quando potrò chiudere definitivamente quella porta. Già sapendo quanto, nonostante tutto, sarà difficile.

    By Anonymous Twiggy, at 2:54 PM  

  • Mi spiace per la serata; forse c'e` gente che non crede piu` nella compagnia teatrale.. bhe, ora chiudi questa porta e aprine un'altra.. puoi ricominciare con un'altra compagnia..no?
    IN bocca al lupo!
    Claire

    By Anonymous Anonimo, at 3:51 PM  

  • Il fatto è che, oltre a colleghi-attori (non siamo professionisti, ma 12 buoni anni di esperienza li abbiamo comunque), queste persone sono tra i miei migliori amici. E fa male il doppio...
    Grazie per il sostegno, comunque...

    By Blogger daniele, at 4:05 PM  

  • mi spiace doppiamente per te, visto che, oltre al teatro, rischi di perdere anche degli amici...

    stavo per indirizzarti al blog di "VQ", ma ho visto che ci sei gia` passato....

    non so come mai sono inciampata sui vostri.. forse e` la magia del teatro che mi ci ha spinto... :))

    claire

    By Anonymous Anonimo, at 5:23 PM  

Posta un commento

<< Home