un isterico tuareg...

11 agosto 2006

God must be a boogie man

La scatola è dorata, piccola, sta quasi in una mano. Ha l'eleganza di una signora che sta entrando nella vecchiaia con grazia, a testa alta, fumando una sigaretta senza mai abbassare lo sguardo.
E quello che c'è dentro la scatola è ancora più bello: un libretto, pieno di stampe, quadri, parole. Citazioni di Yeats e frasi dove niente è sacro, dove bisogna ritornare al giardino, dove Richard siede al tavolo di un caffè torturandosi l'anima.
Un'orchestra intera ridisegna le canzoni e la voce, quella voce, è diventata scura, ancora più elegante, invecchiata dal fumo e dall'aria.

Questa scatola dorata, e tutto quello che c'è dentro, oggi mi convince di una cosa: sarà la bellezza a salvare il mondo.

Soundtrack JONI MITCHELL "Travelogue" Nonesuch, 2002

2 Comments:

  • Ciao Daniele.
    Sono capitato per caso nel tuo blog, leggendo oggi su Repubblica.it di Angelo, accoltellato a Gerusalemme. Sudo freddo, perchè ho coordinato un gruppo di giovani modenesi che doveva essere in questi giorni a fare un centro estivo con bimbi palestinesi a Ain Arik (10 km da Ramallah), ma alla fine ha prevalso la paura e si è rinviato tutto alla prossima estate.
    Come stai? Ho letto rapidamente delle tue 'avventure' recenti. Vedo che vecchi amori e nuovi interessi si intrecciano in una miscela creativa. Spero di sentirti presto.
    Buon ferragosto. Paolo
    boschini.paolo@unimore.it

    By Anonymous Anonimo, at 6:11 PM  

  • Che sorpresa!!! É bellissimo risentirti, anche se per vie traverse...come stai? Ora ti scrivo con calma e ti aggiorno...

    By Blogger daniele, at 6:40 PM  

Posta un commento

<< Home