un isterico tuareg...

11 luglio 2006

Personal sherpa

Sono giorni che mi sveglio alle 6 del mattino. No, un po' prima. Ma è bellissimo: per respirare dormo con la finestra aperta. E tutte le mattine vedo l'alba, l'aria farsi bianca e rosa. Poi chiudo gli occhi, e dopo un'ora la sveglia suona.
É la settimana tragica dell'edicola: i miei vanno in ferie, io li sostituisco.
E la tragicommedia continua.
Soprattutto se hai mezz'ore di vuoto, senza clienti, che ti fanno pensare, e pensare, e pensare.
E quando sei in una situazione dove, qualunque mossa tu faccia, sbagli, ti fai guidare dal caso.
O dalle tue proiezioni personali del caso.

Esco a camminare, ieri sera. Io e il mio lettore CD, a cui ho dato da mangiare l'esordio dei Northpole. Cammino nei campi, canto con tutta la voce che ho, per buttare fuori e non avere fiato.
Poi mi metto ad ascoltare, e le canzoni si sovrappongono ai pensieri.

Forse dovrei chiamarti. Tre giorni senza chiamarti tu riesci a dire tutto quello che voglio sentire mi stanno massacrando, e hai un bel da pensare tutto quello che mi fa morire che devo lasciarti spazio, sparire per un po'...non riesco a fare a meno di te, e più mi allontani allora portami al mare anche a dicembre se ti pare allora fammi sentire tutto quello che hai da dire portami a ballare fammi sentire quale musica ti piace ascoltare più io non mollo.
Sembro pazzo, non voglio esserlo che ne sa lei di tutte le cose che hai in testa, di tutti i sogni che ti sei messa in tasca? ma non riesco a capire come tutto cambi tra noi in tre giorni. Tre giorni senza sentirti, un'eternità. Non esagerare mai è l'unico modo che sai per essere certi non c'è nessuno da scontentare mai E non raccontarmi che non ci stiamo innamorando, perchè è quello che sta succedendo, e ne abbiamo tutti e due una paura fottuta. E intanto non ti accorgi che la felicità ci sfiora appena.

Basta, ho deciso. Chiamo, Se devo fare una cazzata, meglio farla subito. Agire.
E al telefono tutto torna come prima: la risata, le battute, i doppi sensi, i racconti di noi e delle nostre vite. Tutto come la prima settimana. Tre giorni di silenzio.

Io non ti capisco, lo sai? Ma sono contento, in qualche strano, complicato modo.

E ora vado a dormire. Anche se sono le 3 di pomeriggio.
Perchè è bello svegliarsi a veder l'alba, ma la sveglia alle 6 è un crimine contro l'umanità.

Soundtrack NORTHPOLE "Northpole" I Dischi dell'Amico Immaginario / Audioglobe, 2005

1 Comments:

  • ho letto in ritardo ma ho letto. potrei averle scritte io quelle parole e anche in più di un'occasione. tutto qui, non posso dire nient'altro perchè semmai sono io che avrei bisogno di consigli... era per esprimerti un po' di solidarietà gratuita (e non tanto per la sveglia alle 6 che pure è dura!!!)

    e in bocca al lupo...

    By Anonymous cooper, at 4:19 PM  

Posta un commento

<< Home