un isterico tuareg...

28 luglio 2006

Miele e cianuro

4 del mattino. Mi sveglio dopo solo tre ore di sonno. Qualcosa mi sta perforando la gola, come un piccolo trapano all'altezza della tonsilla. Mi impedisce quasi di parlare, mi spezza il sonno in piccole parti agitate.
E allora mi alzo e mi tuffo nel vasetto del miele, sperando di calmare il male. Anche alla fine di luglio pesco a piene mani nel miele, mi sento sempre più Winnie Pooh, solo un po' meno buonista.
E infatti oggi sono miele e cianuro, come cantava qualcuno in un disco bellissimo e stranamente ignorato.
Sono miele e cianuro anche alle 4 di mattina.
E chi mi ha dato il veleno sei stato tu. Prima domenica, in quella scena surreale di camion e roulottes, e poi tre giorni dopo, con una telefonata assurda.
Una telefonata che non mi aspettavo.
"Volevo farti giusto un saluto, sentire come stai".
Come sto? Di merda, ma come vuoi che stia? Mi hai piantato tre giorni fa e mi chiedi come sto? Da quando siamo amici, io e te?

Lara, che ha la pazienza infinita di ascoltarmi, ha detto che sono finito in un rapporto a distanza costante. Quei rapporti dove la distranza tra due persone rimane sempre uguale: se tu ti allontani, l'altra persona si avvicinerà di conseguenza, ma mai abbastanza da toccarti di nuovo.
E allora basta così, no?
Proviamo a essere egoisti, per una volta nella vita, e non continuiamo a farci del male. Senza giustificare nessuno, senza stare ad aspettare, a rimuginare su cose che non sono successe e su quelle che non hanno funzionato.
Scrivo la parola fine. É scritta a matita (in qualche stupido angolo della mia testa, spero ancora che il vento cambi direzione), ma intanto è scritta.
Oggi sono miele e cianuro. Un misto strano di cose. Che aiuta a prendere decisioni.

Soundtrack C.O.D. "Preparativi per la fine" Fosbury / Audioglobe, 2005

2 Comments:

  • Perfettamente d'accordo! Un po' di sano egoismo non può che giovare, per non doversi sacrificare in vicoli senza uscita e magari...ricalcare con la penna certe parole scritte a matita.

    By Anonymous Twiggy, at 6:05 PM  

  • Direi che la tua amica Lara ha fatto una fotografia perfetta dlla situazione. Hai fatto benissimo a scrivere la parola fine e a pensare a te stesso. Un abbraccio stritolante,

    Andy

    PS: bellissima la cosa del miele & cianuro. Mi rimanda (mea culpa mea culpa) al gelato al veleno della Gianna nazionale.

    By Anonymous Anonimo, at 6:15 PM  

Posta un commento

<< Home