un isterico tuareg...

27 luglio 2006

"Ma un DJ rimorchia?"

"Ma un DJ rimorchia?", mi chiede Andy.
E ovviamente la mia risposta è: "Sì!". Ma se riguarda me, cioè se io sono il DJ, chiaramente si rimorchia in maniera tragicomica.

Ho solo due storie da raccontare (ho sempre fatto più radio che serate...o forse sono talmente brutto che quando mi avvicino al presepe i pastori sguinzagliano i cani per non far spaventare il bambinello, non lo so....), ma di quelle che sono cavalli di battaglia quando devi risollevare il morale di qualche amico depresso.

Storia n.1 - dopo il concerto di Lydia Lunch al "Calamita", novembre 2004

Il Calamita è il locale dove noi di Kalporz organizziamo da tre anni la stagione di concerti. E il concerto di Lydia Lunch richiama punkettoni, no-wavers, dark e umanità varia come non era mai successo.
C'è anche una ragazza straniera, la noto dall'inizio perchè è conciata in modo assurdo. Ha un vestitino bianco che sembra fatto con degli assorbenti esterni cuciti insieme.
Il concerto finisce, e io mi arrampico sulla piattaforma che sta sopra al bar, dove c'è la postazione del DJ e inizio a mettere dischi.
Di solito non si fermano in molti a ballare in quel locale, ma stasera sì. E allora inizio a suonare, la gente si scalda mentre metto Bjork e allora insisto sul genere electro. Fin quando la ragazza in assorbente esterno non sale la scaletta e inizia a strillarmi qualcosa all'orecchio:
LEI: "$/&$)&)(/=)/()=/***^#@§ Lydia Lunch?"
IO: "Cosa?"
LEI: "&%$£^§ç° Lydia Lunch?"

ah ha! ho capito, è straniera. ed è molto ubriaca.

IO: "No, i've got nothing of Lydia Lunch here!"
LEI: "*^=&%$£§°ç PJ Harvey?"
IO: "Yeah, i've got something of PJ. Let me finish this song and i'll play it, right?"

E lei, per ringraziarmi, mi prende e mi bacia in bocca. Poi scende e ricomincia a ballare.

Storia n.2 - serata di debutto di U-Turn al Libera, 9 giugno

Sono le 3 del mattino e ho appena finito la mia parte di serata. Sono stanco morto, e anche un po' deluso, non mi sono piaciuto molto, vabbè, rimedierò alla prossima serata.
Esco nel cortile davanti al centro sociale, e trovo un tizio che importuna verbalmente la ragazza di Zanna, uno di noi quattro DJ di U-Turn, che tra l'altro mi aspetta a cena tra un paio d'ore...
Sento solo lei che dice "No. No...no...ti ho detto di no...oh, basta, ho detto no!"

Ed è qui che scatta la cosa divertente.
Il tizio, decisamente inguardabile, si gira verso di me e partorisce la perla:
"Oh, lei non mi vuol dare il suo numero. MI VUOI DARE IL TUO?"
Io rimango di petra, con una faccia tipo ti prego, dimmi che non lo hai detto davvero. perchè se lo hai detto davvero, questo è il più bel gancio della storia!

Lui capisce di aver detto qualcosa di sbagliato, e tenta di recuperare la situazione, producendo un fastidioso rumore di unghie sul muro che credo sia ancora percepibile nei locali del centro sociale a un mese e mezzo di distanza.

LUI: "No, ma non volevo spaventarti, eh? Volevo solo, così, magari andare a bere una birra, mi stai simpatico...Io non sono gay!" (ma quando mai mi hai parlato?)
IO: "Beh, io sì. Ma il mio numero non te lo do lo stesso..."

E a questo punto, il tizio mi molla la sua birra, mi offre una sigaretta e scompare. Una scena meravigliosa.

Insomma, queste le mie scene da rimorchio. Ma ne ho sentite anche di peggiori...
Ho la convinzione quasi totale che a Fatboy Slim certe cose non succedono...

Soundtrack TV ON THE RADIO "Return to cookie mountain " 4AD / Self, 2006

6 Comments:

  • Beh, storia x storia. Sono in questo after hour gayssimo. Il dj e' appollaiato su una piattaforma sospesa sulla pista. Io sono li' che ballo (in stato di semincoscienza etilica) con un paio di pals, guardo in su e vedo sto figaccione che mette i dischi. Ovviamente Andy-zoccola non puo' fare a meno di continuare a puntare fino a quando il virgulto lo nota e sorride. Ok. Vado al bar, prendo una lattina di birra, mi arrampico sulla piattaforma e gli dico: ti ho portato da bere (gran romanticone, eh??). Lui prende la lattina e per ringraziarmi mi da a) un bacio b) il numero di telefono. L'ho rivisto una volta. Una volta di troppo... ;D
    Andy

    By Anonymous Anonimo, at 5:36 PM  

  • Non sapevo che i DJ facessero questa vita... :-D

    By Anonymous Luca Conti, at 9:28 PM  

  • Beh, il carisma del ruolo.
    I dj delle discoteche che frequentavo da ragazzina cuccavano di brutto, indipendentemente dalla loro prestanza. Ora che ricordo, anch'io mi ero invaghita di un dj, alla festa de l'Unità del mio paese. Oddio, avevo 13 anni!!!

    By Anonymous Twiggy, at 3:19 PM  

  • Ehi, grazie per i complimenti! Repubblica ha messo in home page il mio intervento e si è scatenato l'inferno!

    By Anonymous Manfredi, at 4:24 PM  

  • Infatti, Luca, i dj non fanno questa vita! Spero che ad altri vada meglio! ;-)
    Twiggy, forse è il dj indie-rock che recupera i casi umani. O forse no? :-)
    Manfredi, benmvenuto! 215 commenti l'ultima volta che sono passato da te? Che hai combinato? :-)

    By Blogger daniele, at 5:05 PM  

  • Daniele, non difendere la categoria! Ve la spassate... e bene che e'!

    Un abbraccione di buon week-end ;D

    By Anonymous Anonimo, at 5:18 PM  

Posta un commento

<< Home